Ferrara Guesthouse Le Occare, logo

La ricerca del tartufo

Agriturismo Le Occare Guesthouse

Italian version English version French version

L'edificio principale dell'Agriturismo Le Occare é contornato da un bosco micorrizato di circa 3 Ha, impiantato in due differernti annate, e che ha ormai rispettivamente 10 e 14 anni. Le piante appartengono alle seguenti specie: farnia, rovere, nocciolo, pino domestico, carpino, salice, salicone, pioppo bianco, ligustro, sanguinello, sambuco, biancospino e rosa canina.

Sono stati realizzati tre differenti impianti di piantine micorrizzate con Tuber Melanosporum (tartufo nero pregiato), Tuber Magnatum Pico (tartufo bianco pregiato) e Tuber Borchii Vittadini anche noto come Albidum (tartufo bianchetto). La zona è sempre stata vocata naturalmente alla produzione del tartufo bianco pregiato, che si raccoglieva regolarmente in azienda nel passato, e presenta vene di terreno sabbioso in corrispondenza di un antico alveo del fiume Sandolo, che scorreva nella zona.
La scarsità di alberi di significative dimensioni nella campagna ferrarese, acausa dello sviluppo di un agricoltura estensiva, ha rarefatto di molto i ritrovamenti.
Da qui è nata l'idea di impiantare il nostro bosco, che costituisce anche un magnifico polmone verde intorno alla casa ed ospita una grande varietà di uccelli. Da due anni è iniziata la produzione del bianchetto con un'ottima percentuale di piante produttive nell'impianto. Incrociamo le dita nell'attesa di trovare il bianco pregiato (per ora solo qualche esemplare saltuario) ed il nero (ci sono dei bellissimi pianelli, aree di diserbo spontaneo al piede delle piante, usualmete legate allo sviluppo del tuber melanosporum, tartufo nero pregiato). Abbiamo raccolto inoltre  alcuni esemplari spontanei di Tuber Brumale. I tuberi trovati vengono utilizzati con grande soddisfazione in cucina.